• Davide Rigamonti

Copia di Covid e RC auto: il Codacons chiede il rimborso automatico

Codacons ha avanzato una richiesta alla Presidenza del Consiglio, al Mise e all’Ivass affinché sia varato un decreto che obblighi le compagnie assicuratricia rimborsare automaticamente ai clienti il premio Rc auto.

Questo perché, secondo l’associazione consumerista, durante il lockdown in atto in Italia già da diverse settimane, gli italiani hanno dovuto lasciare le loro automobili ferme. Il numero degli incidenti stradali è quindi crollato dell’80% rispetto al 2019.


In questo stesso lasso di tempo, osserva però il Codacons, gli italiani hanno continuato a pagare l’assicurazione auto e per questo si è creato “un evidente squilibrio, con danno economico per gli assicurati e un ingiusto arricchimento per le imprese assicuratrici, che beneficiano così di maggiori profitti”.

Nella proposta avanzata, il Codacons chiede che il rimborso automatico sull’Rc auto possa avvenire anche attraverso promozioni da applicare sui rinnovi successi, ma è anche possibile per le compagnie assicuratrici destinare i profitti accumulati al sostegno economico delle famiglie in difficoltà.

Ricordiamo che, per quanto riguarda le polizze auto e polizze moto, il decreto legge Cura-Italia prevede una proroga di 30 giorni per le polizze in scadenza tra il 21 febbraio e il 30 aprile 2020. In pratica, la polizza è valida ancora per 30 giorni dalla data di scadenza, mentre la compagnia assicuratrice è obbligata a mantenere le tutele previste dal contratto sino alla stipula di una nuova polizza.

Al termine dei 30 giorni, l’assicurato deve provvedere al pagamento del premio o attraverso il rinnovo della polizza con la stessa compagnia (e in tal caso la validità della copertura parte dal giorno di scadenza della vecchia polizza) oppure stipulare l’assicurazione ex novo con una diversa compagnia assicuratrice.

0 visualizzazioni0 commenti